Emozione, cultura e natura... Visita subito la Rocca d'Anfo!

Batteria Rocca Vecchia, Corpo di Guardia e Deposito polveri

L’intero blocco di questi edifici, risalente al periodo del dominio della Repubblica della Serenissima, si distribuiva sulla strada e non ha mai assunto un carattere prettamente militare, ma ha sempre mantenuto un carattere tipologico di controllo doganale.
La batteria Rocca Vecchia (definita più volte nei documenti storici Vecchia Rocca) venne abbattuta in un incendio accidentale nel 1924 e creava, attraverso la sua morfologia, un portale di accesso verso il Tirolo. In alcuni documenti si legge: La batteria Rocca Vecchia, come si è detto, era la prima che si trovava venendo ad Anfo, a circa 700 metri dal paese. Era attraversata da un ampio corridoio a volta lungo 30 metri, munito ai lati da poderosi portoni in ferro, i quali non venivano mai chiusi perché il corridoio serviva al traffico dell’alta Valle Sabbia e delle Giudicarie. Fuori dai portoni esistevano i due ponti levatoi in ferro che funzionavano, tolte le sponde, alzando a mezzo di potenti catene il piano stradale fino a combaciare coi portoni. Al disopra dei portoni la Rocca Vecchia era ornata da grosse mensole perfettamente ricavate dal granito.

PERIODO DI COSTRUZIONE O INTERVALLO TEMPORALE: 1500-1600 1805 CIRCA 1870-1890
TIPOLOGIA DI EDIFICIO: corpo di guardia
DIMENSIONE: 500 mq
ALTITUDINE: 400m slm